String Arcade News, Rubriche

Violino e videogames: a colloquio con i The String Arcade!


Coniugare musica classica e colonne sonore dei videogames? Si può, ma se un conto è il semplice usare strumenti orchestrali per eseguire tali spartiti, un altro è realizzare veri e propri brani classici per quartetto d’archi ispirati ad altrettante musiche in pixel e bit. Pensateci bene ed avrete in mente il lavoro dei The String Arcade, gruppo che è riuscito proprio in questa incredibile miscela: così i ritmi elettronici di Sonic 2 diventano uno “Scherzo” o le mirabolanti evoluzioni nello spazio di Galaga una “Danza”, per un totale di ben 17 brani. Un piacere risentire questi pezzi in una veste del tutto nuova ed epica, senza perdere nemmeno un po’ della loro carica, ed anzi aggiungendone.
Colti così dal consueto fomento abbiamo contattato Dren Mac Donald, compositore del gruppo, per scoprire la genesi di questo interessante progetto audio – videoludico, in una intervista disponibile in italiano ed inglese.


Quando è nata in voi l’idea di creare un album basato sulla musica dei videogames?

In realtà non è nata come idea di registrare musica tratta da giochi. Io sono sempre stato molto interessato negli arrangiamenti per quartetto d’archi dai tempi in cui venni appassionato dalla colonna sonora di John Lurie per il film Stranger Than Paradise (che utilizzava brani per quartetto d’archi). Così la scorsa primavera ho cominciato a pensare a registrare un po’ della mia musica per archi personale.
Poi l’idea venne fuori per aiutare a raccogliere fondi per il programma musicale scolastico per i bambini (perché qua negli USA i nostri programmi di musica ed arte nelle scuole pubbliche hanno perso la maggior parte dei finanziamenti!). Sapevo che se avessi registrato solamente le mie composizioni ciò non avrebbe raccolto molto denaro. Così ho pensato a qualche arrangiamento da musiche di videogames. Ho cominciato con qualcuno tra i brani che avevo già realizzato di conto mio per vedere come sarebbero andati in versione quartetto d’archi. Poi ho provato con Alteread Beast, cominciando a trovare un buon approccio agli arrangiamenti, e decidendo che ci avrei lavorato come concept dell’album.

E’ fantastico il modo in cui avete trasformato suoni in bit in accordi e spartiti. Quanto è difficile e quali sono i problemi che avete trovato nell’adattare musica di videogiochi in pezzi classici?

Arrangiare questi pezzi che sono stati un tempo suonati da “chipsets” attualmente ci ha permesso molta libertà rispetto a quanta ci fossimo anticipati (quando dico “ci” intendo me e Jason Poss, che ha realizzato 4 degli arrangiamenti). Siamo stati quindi liberi di usare qualche licenza poetica, perché nessuno aveva ascoltato questa musica con “strumenti reali” prima d’ora, così abbiamo potuto essere un pochino più sciolti nel comporre il tutto, un qualcosa che abbiamo apprezzato.

Gli strumenti a corda hanno i loro limiti tecnici se paragonati ai chipsets, così è stata una dinamica molto interessante sulla quale lavorare.

The string arcade momentoQuali sono i brani che hanno avuto bisogno di più lavoro?

“Enjii”, tratto da FTL (Faster Than Light) contiene per la maggior parte suoni atmosferici, bianchi e ambientali per tutta la prima parte del pezzo. Non c’era alcun modo di ricreare tutto ciò con gli archi, né penso che avrei voluto provare a farlo. Così ho avuto l’idea di scegliere un diverso approccio che avrebbe cercato il “cuore” della composizione ed espandersi su tale idea. Per il brano di FTL, il cuore era la tensione, che volevo ricreare con la ripetizione delle sette note che introducono alla melodia, e portato avanti ciò sino al punto in cui sarebbe partita l’effettiva melodia nel resto del fraseggio. Ho pensato che questo avrebbe catturato le emozioni del gioco nello stesso modo.

Con Minecraft è stato simile, in quel brano mi sono focalizzato su di una melodia molto semplice e costruito degli accordi basati su di essa, e poi ho semplicemente pensato a come i miei bambini interagivano tra loro quando giocano insieme a Minecraft. E’ stata una semplice analogia per la musica.

Jason ha avuto un compito bello tosto con Galaga… ha dovuto trascrivere quella partitura, cosa non facile, e trasformarla veramente in qualcosa di avvincente e meraviglioso.

Quanto è importante la musica dei videogiochi, e quanto è importante la musica in un videogioco?

La musica è lì per aiutare a raccontare la storia e catturare le emozioni di un gioco. Se tu stai giocando un giochino rapido come Candy Crush Saga, probabilmente non vuoi venire veramente preso emozionalmente dal gioco mentre stai in coda per una tazza di caffè. Ma se sei seduto sul tuo divano, giocando a qualcosa sulla tua tv, penso che probabilmente stai cercando una esperienza emozionale ed in quel caso la musica è lì per aiutarti a collegarti con quanto stia accadendo sullo schermo. E’ possibile immaginarsi Journey senza la musica? O Super Mario Bros.?

… e ora, quale sarà il futuro dello String Quartet ? Possiamo attenderci qualche altra grandiosa “musica classica di videogame classici”?

Vedremo come andrà questo album, e come risponderà il pubblico. Per me, personalmente, è stata una esperienza davvero meravigliosa scrivere questi pezzi, e lavorare con questi musicisti. Mi ha ripagato davvero molto come progetto creativo, perciò forse faremo un altro album. Non lo so ancora. In tanti mi hanno chiesto se uscirà il secondo, perciò pare esserci un certo interesse al proposito. Ci sono altri come i Videri String Quartet che fanno anche loro allo stesso modo alcune ottime reinterpretazioni di musica dei giochi, quindi pare esserci un grande interesse nell’ascoltare la musica videoludica fuori dal contesto nel quale è intesa.


When did you come up with the idea for an album based on videogames music?

It didn’t actually start out as an idea to record game music. I had always been interested in string quartet arrangements, ever since I became infatuated with John Lurie’s score from the film Stranger Than Paradise (which was a string quartet score.) So this past Spring I was initially thinking about just recording some of my own string quartet music.

Then the idea came around to help raise money for this kids music program (because here in the U.S, our music and arts programs in public schools have lost most of their funding!) I knew that if I did a record of just my own compositions that it would not raise much money. But because I work in the video game industry, I thought about arranging some game music. I started with a few of my own game music pieces to see how they would go over as a string quartet arrangement. Then I tried Altered Beast, and started to find a nice approach to the arrangements, and decided that it would work as a concept.

I musicisti: Robin Reynolds - violoncello Emily Onderdonk - Viola Celia Harris - 2° Violino Alisa Rose - 1° Violino (tranne per  Ecco, Sonic, Minecraft e Tron) Philip Brezina - 1° Violino (solo per Ecco, Sonic, Minecraft e Tron) Special Guest il Videri String Quartet per il brano The Legend of Zelda Compositori: Dren Mc Donald e Jason Poss, con collaborazione tecnica di Tim Lindeen

I musicisti: Robin Reynolds – violoncello
Emily Onderdonk – Viola
Celia Harris – 2° Violino
Alisa Rose – 1° Violino (tranne per Ecco, Sonic, Minecraft e Tron)
Philip Brezina – 1° Violino (solo per Ecco, Sonic, Minecraft e Tron)
Special Guest il Videri String Quartet per il brano The Legend of Zelda
Compositori: Dren Mc Donald e Jason Poss, con collaborazione tecnica di Tim Lindeen

It’s great the way you transform bit sounds into chords and strings. How much is difficult and what are the issues that you found into adapting vg music in classical pieces?

Arranging these pieces that had previously been performed by ‘chipsets’ actually allowed us more freedom than we had anticipated (when I say “us” I refer to myself and Jason Poss who had done 4 of the arrangements). It allowed us some poetic license, because no one had heard this music on ‘real instruments’ before, so we could be a little bit loose in our arrangements, which was something we enjoyed.

The string instruments have their own inherent limits in comparison to chipsets, so it was an interesting dynamic to work with.

What are the songs that needed more work ?

The FTL (Faster Than Light), Engii, contains mostly atmospheric/ambient white noise for the first part of the piece. There was no way to recreate this with strings, nor do I think I’d want to try to do that. So I had to think about another approach that would find the ‘core’ of the composition and expand on that idea. For the FTL piece, the core was the tension I wanted to create by repetition of that 7 note introduction to the melody, and building that to a point where I could release the melody into the rest of the phrase. I thought that this captured the emotion of the game as well.

Minecraft was similar, in that I focused on the very simple melody, and built chords that were based on a scale from that melody and then I simply thought about how my kids interact with each other when they play Minecraft together. It made for a simple analogy for the music.

Jason had a tougher assignment with Galaga…he transcribed that piece, which wasn’t easy, and really turned it into something compelling and wonderful.

How much is important videogame music, and how is important music into a video game ?

Music is there to help tell the story and capture the emotion of the game. If you are playing a quick game of Candy Crush Saga, you probably don’t really want to become emotionally involved in that game while you wait in line for a cup of coffee. But if you are sitting on your couch, playing a game on your TV, I think that you are probably looking for an emotional experience and in that case the music is there to help connect you to what is happening on screen. Try to imagine Journey without the music? Or Super Mario Bros?

…and now, what will be in the future of the String Quartet ? We can wait some other great “classic videogame classical music” ?

We’ll see how this recording does, and how people respond to it. For me, personally, it was a really wonderful experience to write these arrangements, and work with these musicians. It was extremely rewarding to me as a creative project, so maybe we’ll do another recording, I don’t know yet. I have been asked by many people if we will do another one, so there seems to be some interest so far. There are other folks out there like the Videri String Quartet who are also doing some wonderful interpretations of game music as well, so there seems to be a lot of interest in hearing game music outside of its intended context.


Chiudo con un grande grazie a Dren per le risposte molto interessanti, con la lista dei pezzi che troverete nel CD, sia fisico che online, e con un rimando alla loro pagina ufficiale dove potete trovare informazioni, prezzi ed ascoltare qualche demo in punta d’archetto.
the string arcade cover
Grasswalk (Plants vs. Zombies)
Echos of Ecco (Ecco the Dolphin)
Ferdinand Wanders Out For a Late Night Haircut (Pettington Park)
Engii (FTL – Faster Than Light)
Sonic 2 Scherzo (Sonic the Hedgehog 2)
Outlaws Title Theme (Outlaws)
Medicated Cow Walks the Cobbled Streets with Disgruntled Goat (Ravenshire Castle)
Scurvy Scallywags Theme (Scurvy Scallywags)
Scabb Cemetery/International House of Mojo (Monkey Island 2: LeChuck’s Revenge)
Altered Beast Title Theme (Altered Beast)
Optimism For an Improvement in The John Situation
Turret Suite (Portal 2)
Minecraft Title Theme (Minecraft)
Tron Arcade Medley (Tron Arcade)
Tango Down (graBLOX)
Dance of the Space Bugs (Galaga)
The Legend of Zelda (The Legend of Zelda-NES)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.