PC, Recensione

Wanda – A Beautiful Apocalypse – Recensione


Kodots Games

Sviluppatore

KISS ltd

Publisher

Casual, Indie, Rpg

Genere

Un futuro distopico, un robot alla ricerca di un compagno di viaggio tra un puzzle game e una cutscene. Sono questi gli elementi che creano il mondo di Wanda – A Beautiful Apocalypse, Rpg indie nato dallo sviluppatore Kodots Games e distribuito su Steam a 9,99 euro. Scopriamo insieme se la tenerezza meccanica di questo gioco di ruolo vale i nostri soldi!

Deserto robotico

Screenshot 9Il titolo, nato grazie all’uso di Rpg maker, fucina di tanti prodotti indie più o meno fortunati, racconta la storia di Wanda, un robot che si risveglia dal suo sonno in un mondo post apocalittico come suggerisce il titolo. Il nostro obiettivo è quello di esplorare il mondo circostante alla ricerca di qualche sopravvissuto tra macerie, rottami, palazzi distrutti. Wanda comunica con la lingua dei robot, che ha un alfabeto tutto suo per noi incomprensibile. Il suono digitale della sua voce si ripete come un lamento disperato alla ricerca di compagnia, sempre lo stesso, tanto da diventare fastidioso sin dai primi momenti di gioco. Dopo qualche tempo Wanda riuscirà a trovare un compagno di viaggio, un robot dalle dimensioni più piccole e dal carattere più vivace, con il quale condividerà la sua avventura.

Rimasti a guardare

Screenshot 7Si capisce da subito che Wanda – A Beautiful Apocalypse vuole prima di tutto essere un racconto, a discapito della giocabilità. Le cutscene nelle quali siamo costretti a vedere il mondo 2d dei robottini senza poter interagire sono molte, troppe, lente, e il ritmo di gioco ne risente moltissimo, tanto da renderlo piuttosto noioso fin da subito. Le parti “giocabili” del titolo hanno come obiettivo principale l’esplorazione delle zone, che sono comunque limitate, e la soluzione di puzzle game, vero punto di forza di Wanda. I mini giochi che troveremo sul nostro cammino mettono alla prova sin da subito la nostra abilità, e in alcuni casi sono così complicati da rendere frustranti alcuni segmenti del titolo, soprattutto quando si è costretti a ricominciare dei rompicapo molto lunghi. Tuttavia come già detto all’inizio, Wanda – A Beautiful Apocalypse è un gioco che punta tutti sulla storia, e quindi i puzzle game possono essere saltati sin da subito, penalizzando molto la longevità del gioco.

Una bella apocalisse

Screenshot 20Dal punto di vista del design grafico Wanda – A Beautiful Apocalypse è sicuramente un bel vedere, nonostante i limiti di Rpg Maker, sia di risoluzione sia di opzioni. Il character design è ben fatto, curato, gli elementi di gioco interessanti. Stesso discorso vale per la colonna sonora del gioco, che non stanca e aiuta sicuramente a creare quell’atmosfera malinconico-romantica che il racconto cerca di creare ma che il gameplay, purtroppo, non riesce a trasmettere. Per il resto, il comparto sonoro è senza infamia e senza lode, il alcuni casi, come per la voce di Wanda, anche ripetitivo.

Valutazione

Grafica 65%
Sonoro 70%
Giocabilità 60%
Carisma 65%
Longevità 59%
Final Thoughts

Wanda - A Beautiful Apocalypse è una bella idea ma con degli evidenti limiti. Una storia romantica, una bella colonna sonora e puzzle game divertenti sono i punti di forza di un titolo che tuttavia sembra non avere una vera e propria anima e soprattutto risente di un ritmo mal costruito che a tratti mina l’esperienza di gioco.

Overall Score 63%
Readers Rating
0 votes
0