3DS

Weapon Shop De Omasse – Recensione


Level-5

Sviluppatore

Level-5

Publisher

Rytm RPG

Genere

Weapon Shop De Omasse è il nuovo e divertente gioco di casa Level 5 che strizza l’occhio ai classici JRPG giapponesi ribaltando completamente il punto di vista tradizionale mettendoci non più nei panni dell’eroe di turno, bensì del piccolo fabbro del paese intento a forgiare armi sempre più potenti e accattivanti per gli eroi intenti a grindare e sconfiggere boss sempre più potenti.

Dall’altra parte della barricata

weapon shop de omasse trg (5)La trama di Weapon Shop Omasse è tanto semplice quanto geniale. Si basa su un principio di mercato a suo modo verosimile all’interno del panorama JRPG e questo genere videoludico: l’Evil Lord di turno (ebbene sì, si chiama proprio così, spazio alla fantasia) sta per tornare in città e gli impavidi combattenti del regno sono pronti alla corsa alle armi dai loro fabbri di fiducia per avere gioiellini sempre più potenti ed adatti alle loro esigenze. Le richieste di armi tuttavia sono incessanti ed il materiale per la forgiatura è costoso e non sempre facilmente reperibile, motivo per cui un giovane mercante ed il suo maestro decidono di rivoluzionare il sistema di vendita dei comuni shop, mettendo le armi non più in vendita ma bensì a noleggio per le avventure dei coraggiosi eroi del posto. Il principio di questa politica di mercato è semplice e, a dire il vero, abbastanza a nostro svantaggio: l’esito positivo o negativo delle quest dei nostri clienti dipenderà dalla qualità dell’equip che forniremo loro. Per farla breve siamo noi i diretti responsabili della loro sorte e se un’arma si rivelerà scadente in battaglia ne pagheremo le conseguenze: se l’eroe di turno tornerà vincente dalla battaglia ci ricompenserà con soldi e riconsegnandoci l’arma usurata. Al contrario, se la sorte gli sarà avversa non vedremo tornare né l’arma e né tantomeno i soldi.

Un bizzarro gameplay

weapon shop de omasse trg (2)Per monitorare la sorte dei vostri clienti avrete a disposizione il Grindcast, un curioso dispositivo montato sulle armi in vostro possesso capace di monitorare ed ascoltare le conversazioni dei vostri clienti mentre si addentrano per pericolosi dungeon alla ricerca dell’ennesimo boss da far fuori (alla faccia della privacy!). Questa opzione è da un lato visivamente piuttosto invasiva, in quanto avremo sullo schermo superiore la chat il report in tempo reale delle avventure dei nostri clienti e nel frattempo dovremo continuare a svolgere le nostre mansioni all’interno del negozio. La vostra routine da mercante si snocciolerà tra l’assistenza clienti, la forgiatura e la lucidatura del materiale. Quando accoglierete un nuovo cliente dovrete fare attenzione principalmente a due cose: il suo livello attuale ed il tipo di arma che è solito usare. In base a questo dovrete fornirgli un’arma adatta alle sue esigenze oppure forgiarne una se non ne avete di utili in vostro possesso. La fase di forgiatura consisterà appunto nel creare armi su commissione della clientela attraverso un gameplay tipico del mondo dei rhythm game: in questa fase l’arma è nella fornace, sotto forma di blocco incandescente. È la fase di modellazione, quella in cui darete corpo e forma all’arma. Ogni tipologia di arma ha una propria colonna sonora e dovremo battere (con il pennino) il metallo a tempo di musica seguendo il ritmo. Più l’arma sarà di livello alto più il ritmo sarà complesso da seguire. Alternativamente a questo ci saranno due pulsanti per muovere l’arma orizzontalmente e verticalmente per poterla “modellare” in tutta la sua interezza.
weapon shop de omasse trg (4)Passata questa fase ci sarà la fase di “lucidatura” per mettere a nuovo le armi usate dai clienti. Il gameplay in questa fase è meno complesso e consiste nello spolverare (sempre con il pennino) le armi nel vostro arsenale, per togliere loro polvere e ruggine delle battaglie. Questa fase garantirà all’arma in vostro possesso di riottenere le stats perse con l’usura in vista del suo prossimo noleggiatore. La vostra giornata in bottega si consumerà così principalmente tra lavorare su commissione forgiando nuove armi e riportando a nuovo i ferri vecchi già in vostro possesso e a fine giornata avrete un report del lavoro svolto ed il vostro incasso attuale..

Humor da JRPG

gamesNonostante l’ambientazione il gameplay si affida più che altro a mini-giochi che ad un vero e proprio game design da role play, in quanto di questo mondo conserva solo l’atmosfera e le statistiche delle armi. Come accennato ad inizio recensione Weapon Shop De Omasse strizza l’occhio alle tematiche JRPG e ne diviene una divertente parodia che indaga e mette a nudo i suoi aspetti più convenzionali. Non mancheranno infatti battute che investono in generale il panorama del role playing giapponese, passando dalle condizioni di inutilità del solito NPC di turno arrivando ad ironeggiare sull’estenuante arte del grinding. Particolare nota va fatta per la fase Grindcast, in cui si può godere di una piacevole sceneggiatura nella quale è possibile assistere da vouyer a situazioni che toccano da vicino più o meno tutti i giocatori di titoli JRPG e nelle quali ci si rispecchia facilmente pensando “questo l’ho sempre pensato anch’io!”.
weapon shop de omasse trg (3)Lodevole inoltre l’uso di hashtag da parte dei personaggi per sintetizzare i dialoghi come una vera chat social e che riportano con immediatezza concetti altrimenti spiegabili attraverso modi più complessi e meno d’impatto. Il character design dei personaggi è vicino in tipico stile nipponico, senza particolari lodi, fatta forse eccezione per il protagonista. Il 3D è ben fatto risultando funzionale e piacevole. Una nota positiva va fatta alla colonna sonora, piuttosto elevata come standard e molto varia: ogni personaggio infatti ha la sua soundtrack personale, oltre ovviamente alle colonne sonore diverse per la forgiatura di ogni tipologia di arma. Unica cosa fastidiosa del sonoro sono forse solo gli applausi e gli schiamazzi di sottofondo da sitcom presenti durante i dialoghi tra i vari personaggi, che rendono l’umorismo forse alle volte pacchiano.

Grafica 75%
Sonoro 80%
Giocabilità 70%
Carisma 80%
Longevità 70%
Final Thoughts

L'humor tutto giapponese è la cosa principale all'interno di questo titolo e può far sorridere i giocatori più legati al mondo JRPG. Gli altri potrebbero invece non essere preparati a questo tipo di comicità e forse non riusciranno ad apprezzare a pieno il nonsense e le battute alle volte portate all'estremo. Per una volta i giocatori verranno sensibilizzati a capire quant'è duro il lavoro “dall'altra parte della barricata” che si fanno gli NPC degli shop e forse avranno più riconoscenza la prossima volta che entreranno in una botique a comprare qualcosa senza neanche dire un “buongiorno” o un “grazie”. Consigliato.

Overall Score 75%
Readers Rating
1 votes
71